POSTED BY Guido Viola D.O. | Gen, 21, 2022 |
osteopatia nel prematuro
Condividi con gli amici

L’ Organizzazione Mondiale della Sanità definisce pretermine o prematuro il bambino nato prima della 37° settimana di gestazione.
I bambini pretermine rappresentano circa il 7% di tutti i nati.
In Italia ogni anno nascono circa 40.000 bambini pretermine, ma il rischio è in forte aumento.

osteopatia nel prematuro
Cosa possiamo fare per aiutarlo a crescere bene?
– Proteggere e promuovere lo sviluppo neuropsicomotorio
– Favorire la massima realizzazione del potenziale di sviluppo di ogni neonato e della sua famiglia
– Rispettare la fragilità del neonato ed i suoi bisogni
– Promuovere la maturazione e l’autoregolazione delle funzioni motorie, sensoriali, cognitive e relazionali
– Rispondere ai bisogniaffettivi ed emotivi del piccolo paziente
E l’ osteopata cosa può fare?
L’ osteopata  può essere di supporto al bambino e ai suoi bisogni vitali e alla famiglia accompagnadola nel percoso di crescita e genitorialità.
Sappiamo, che un’anomalia di movimento può avere varie origini.
L’ osteopata in ambito neonatologico, in pratica cerca un contesto facilitante e si riosserva come varia il comportamento o quella che prende il nome di disfunzione somatica.
L’osteopatia aiuta il bambino nel percorso di recupero…

TAGS : bambino prematuro parto prematuro prematuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.